Serena Enardu rilascia un intervista per Verissimo nella quale fa importanti dichiarazioni su Pago

Serena Enardu rilascia un intervista per Verissimo nella quale fa importanti dichiarazioni su Pago 1

Serena Enardu grande protagonista del Grande Fratello a canalizzato l’attenzione dei media grazie alla sua partecipazione prima a Temptation Island Vip con il fidanzato Pago e poi per le sue vicende amorose che si sono risolte al Gfvip.

Dopo due settimane di permanenza nel reality condotto da Alfonso Signorini, Serena è stata eliminata e ha rilasciato la sua prima intervista a Silvia Toffanin per Verissimo, dove ha rilasciato importanti dichiarazioni:

Molte volte con Pago abbiamo parlato di matrimonio, ma avevo sempre paura perché lo vedevo solo come la firma di un contratto. Oggi, però, metterei subito quella firma per poter essere sicura che sia mio.

“C’è un pregiudizio da parte del pubblico che pensa che in quella situazione ci si vada solo per visibilità. Io ci sono andata solo per Pago. All’inizio il pubblico aveva deciso di lasciarmi fuori dalla Casa e io ero d’accordo. Poi, però l’ho visto sofferente e a quel punto ho deciso di entrare. Avevo paura che potesse autoconvincersi di non volermi più e iniziavo anche a provare un po’ di gelosia verso le altre concorrenti“.

Serena ha anche parlato di maternità spiegando che il padre di Tommy l’ha lasciata quando era al primo mese di gravidanza, e che è spaventata nell’affrontare in ipotetica seconda gravidanza:

Il padre di mio figlio mi ha lasciata al primo mese di gravidanza, così il pensiero di avere un altro figlio mi spaventava a morte. Pago lo avrebbe voluto, come lo avrei voluto anch’io, però poi le esperienze ti mettono nelle condizioni di non vivere più veramente ciò che vuoi ma ciò che ti conviene.

Serena poi conferma di non avere mai tradito Pago:

Dopo Temptation Island Pago ha sofferto moltissimo e gli ho chiesto scusa. Non voglio sapere se sia stato con altre persone. Io non l’ho mai tradito e sono sicura neanche lui me, ci metterei la mano sul fuoco.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui nella navigazione prendiamo atto che tu sia d'accordo con questo, buona visita.