Maria De Filippi e lo stop alle registrazioni di C’è posta per te

Maria De Filippi e lo stop alle registrazioni di C'è posta per te 1

Maria De Filippi al settimanale Oggi ha parlato del periodo complicato vissuto durante l’emergenza Coronavirus e dei cambiamenti che questo ha portato sui suoi programmi in particolare Ce’è posta per te:

“Cosa ne penso di questo periodo che abbiamo attraversato? Confesso che per me non è stata una passeggiata, ho fatto sei test sierologici. Per lavoro dovevo vedere continuamente gente. Ero terrorizzata di beccarmi il Covid-19. Avevo in borsa il pulsometro e idem sul comodino. Maurizio devo dire che è sempre stato molto attento, ma non ha rinunciato al fare la sua vita. Non potevo blindarlo in casa. L’avrei fatto morire se non l’avessi mandato in ufficio. La verità è che non è ancora finita, dobbiamo tutti imparare a convivere con questo virus, dobbiamo abituarci al distanziamento e ragionare in modo diverso.Mio figlio Gabriele? Adesso non è in casa con noi. Lui da tempo convive con una ragazza molto carina ed educata e passava il tempo in casa o al lavoro. Non ho nessun problema con il fatto che abbia deciso di andare ad abitare con lei. L’ho anche spronato. Alla fine ha 30 anni, era arrivato il momento dai”.

“Ho rinunciato a registrare le puntate C’è Posta per te proprio perché non sarebbe stato possibile essere coerenti col format. Niente abbracci dopo l’apertura della busta? Naaa!”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui nella navigazione prendiamo atto che tu sia d'accordo con questo, buona visita.