Domenica Live, Luigi Favoloso in studio rivela:”Non ho mai picchiato Nina, non voglio vedere più mia madre..” [VIDEO]

Domenica Live, Luigi Favoloso in studio rivela:”Non ho mai picchiato Nina, non voglio vedere più mia madre..” [VIDEO] 1

Luigi Mario Favoloso dopo 28 giorni dalla sua scomparsa è tornato in Italia nello studio di Live non è la D’Urso con Barbara d’Urso per raccontare la sua verità, una verità totalmente diversa da quella raccontata da Nina Moric:

Le date sono importanti. Il 19- 20 dicembre scopro una cosa terrificante, ho scoperto di aver perso la mia famiglia, perché Nina e Carlos erano la mia famiglia, ho perso un’amicizia. In un messaggio mandato a Nina, da parte di un mio amico, c’era scritto “ci siamo amati”. Ho perso in un attimo anche una somma importante di soldi, perché c’era il progetto di investire in Africa. Ho perso tutto e volevo andare via, non volevo sapere più nulla di nessuno.

Parole molto forti anche contro la madre dalla quale Favoloso sembra volersi distaccare rivelando di non volerle più parlare:

Mia madre ha simulato in diretta di aver avuto una mail da parte mia, in diretta da Federica Panicucci, quando gliel’avevo inviata due giorni prima. Non la perdonerò per questo, è stato un errore da parte sua, non avrebbe dovuto farlo. Non capisco perché l’abbia fatto, spiegamelo tu. Io non sapevo niente della denuncia di scomparsa, come facevo a saperlo? Quando ha saputo che stava succedendo sono entrato in un internet café e ho scritto a mia madre e lei ha ritirato la denuncia.

Luigi Favoloso ha poi smentito la notizia sulle presunte violenze su Nina Moric e suo figlio Carlos rivelando che in molti casi l’avrebbe dovuta salvare da se stessa:

No ho mai dato uno schiaffo, un pugno, un calcio a Nina. Tutto si può spiegare, le date sono importanti, io posso spiegarti tutto, in questi anni ho vissuto dei momenti in cui ho dovuto cercare di salvare Nina da sé stessa, non le ho mai fatto del male. La verità è che Nina non può accettare il fatto che io l’abbia lasciata, vuole continuare questa relazione malata, anche in tribunale, è un modo per non lasciarmi andare. Se non ci fosse stata questa denuncia io non sarei mai tornato.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui nella navigazione prendiamo atto che tu sia d'accordo con questo, buona visita.