Ciao Darwin, la procura di Roma sequestra i rulli e apre un inchiesta sugli incidenti

Ciao Darwin, la procura di Roma sequestra i rulli e apre un inchiesta sugli incidenti 1

Ciao Darwin continua ad essere al centro delle polemiche in questi giorni dopo le notizie shock sugli incidenti di alcuni concorrenti durante il Genodrome che hanno portato addirittura alla paralisi.

In queste ore sulle pagine de Il Messagero arriva la notizia che la procura di Roma ha sequestrato i rulli ed ha aperto un inchiesta sugli incidenti avvenuti a Ciao Darwin.

Gabriele Marchetti, di 54 anni, è caduto durante una fase del gioco, subendo lo schiacciamento di due vertebre. Le notizie sulle sue condizioni non sono molto chiare e nei giorni scorsi i giornali avevano parlato di un rischio di paralisi degli arti superiori e inferiori, citando le testimonianze di alcuni amici e parenti. La procura ha richiesto una consulenza per indagare sui grandi rulli sui quali è caduto Marchetti. La produzione di Ciao Darwin ha confermato di avere attivato le pratiche per l’assicurazione, promettendo la necessaria assistenza. Venerdì 26 aprile Ciao Darwinnon è andato in onda, ma Mediaset ha chiarito che la scelta è stata dovuta alla presenza del ponte del 25 aprile, che avrebbe portato a minori ascolti nella giornata del 26.

“Dopo l’incidente e dopo le polemiche, arriva l’inchiesta della Procura di Roma. I rulli del Genodrome, una delle prove più famose che i concorrenti devono affrontare durante le puntate di Ciao Darwin, finiscono sotto sequestro. Il procuratore aggiunto Nunzia D’Elia ha infatti aperto un fascicolo per lesioni colpose dopo che, nelle scorse settimane, durante lo show condotto da Paolo Bonolis, uno dei partecipanti è caduto ed è finito in ospedale. Gabriele Marchetti, 54 anni, ricoverato nel reparto di terapia intensiva del policlinico Umberto I, rischia di rimanere paralizzato. È precipitato dai rulli giganti durante la registrazione del 17 aprile e i familiari hanno presentato un esposto in procura”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui nella navigazione prendiamo atto che tu sia d'accordo con questo, buona visita.